Ogni anno un terzo della produzione di frutta e verdura - 50 milioni di tonnellate - viene scartata prima ancora di arrivare sotto gli occhi dei consumatori, solo perché non rispecchia certi standard estetici di forma e dimensione o perchè "segnati" da eventi naturali come vento e grandine.

Tutto questo senza pensare che per coltivare quei milioni di tonnellate di frutta e verdura costa anche in termini di energia, risorse e dunque “impronta” ambientale.

Combattere lo spreco alimentare è un nostro dovere

Dobbiamo difendere la nostra terra

Dobbiamo tutelare gli interessi degli agricoltori

©                 #SonoPerfettoMaNessunoLoSa